Vacanze sulla neve: come organizzare una settimana bianca

Già da alcuni decenni le settimane bianche hanno conquistato una significativa posizione all’interno del mercato turistico italiano e molti appassionati della neve e degli sport invernali hanno pensato anche di investire i propri risparmi e scegliere una casa in montagna dove poter trascorrere le proprie vacanze e i weekend godendosi momenti di relax immersi fra boschi e natura incontaminata.

L’offerta non interessa il solo arco alpino dal momento che anche negli Appennini vi sono località ideali per le vacanze sulla neve grazie alla loro varietà di piste dove divertirsi con gli sci e lo snowboard, basti pensare infatti a paesi dell’Abruzzo come quelli che si trovano sul Gran Sasso oppure alla deliziosa Roccaraso, conosciuta anche come la Cortina d’Ampezzo del centro-sud.
Ecco di seguito alcuni consigli utili per chi deve organizzare una settimana bianca.

Come scegliere la località

Per quanto riguarda le offerte relative alle vacanze sulla neve, limitandoci ad analizzare solamente le località presenti in Italia, è possibile scegliere la meta basandosi su tanti fattori che possiamo riassumere nella seguente lista:

  • il budget che si intende spendere per il soggiorno;
  • La qualità e quantità di impianti e piste disponibili;
  • L’ubicazione della località;
  • Attrazioni che arricchiscono la destinazione.

Appare logico sapere che una località di prestigio, e quindi elitaria, offrirà delle soluzioni più costose rispetto ad un’altra meno trend. Così come il costo dello skipass risulterà maggiore in tutti quei comprensori animati da una folta densità di impianti di risalita rispetto a quelli di minor caratura.
Coloro che vogliono soggiornare in una località trend hanno solo che l’imbarazzo della scelta tra Cortina d’Ampezzo, Courmayeur, Cervinia, San Martino di Castrozza, Madonna di Campiglio, Selva di Valgardena, tanto per citarne alcune.
Chi è alla ricerca di una località dove trascorrere una settimana bianca prestando attenzione ai costi, può decidersi per quei paesini alpini che nulla hanno a che invidiare nei confronti delle mete più celebrate: Molveno, Marilleva, Andalo, Chiesa Valmalenco, Champorcher, etc.

In che periodo organizzare la settimana bianca?

A parte le feste di Natale e Capodanno, ovviamente da sold out, il periodo tradizionale per effettuare una settimana bianca è quello che vede febbraio e le prime tre settimane di marzo, come le più richieste.
Se si intende approfittare di periodi low cost, gennaio e sicuramente il mese ideale da scegliere per risparmiare sul costo del soggiorno e per trovare meno affollamento.

Uno sguardo alle offerte online

In Italia ci sono molti tour operator ed anche siti dedicati alla neve ed alle vacanze in montagna come ad esempio Neveitalia che alla pagina https://www.neveitalia.it/hotel/ propone svariate possibilità di soggiorni sulla neve e in diversi casi offerte all inclusive che oltre al soggiorno presso l’albergo indicato, comprendono anche lo skipass e la scuola sci.

Una rapida indagine delle offerte online è qui riassunta:

  • Andalo: periodo offerta dal 24.11 al 22.12 e dal 6.01 al 7.04 – include 7 notti in hotel in mezza pensione, 6 giorni di skipass per il comprensorio Andalo-Paganella, due serate sci notturno, 1 ora di lezione privata con maestro, pranzo tipico in un rifugio della zona
    Euro 372 a persona.
  • Asiago: periodo offerta mese di gennaio – include 7 notti in hotel in mezza pensione, 6 giorni di skipass per il comprensorio Monte Verena, lezioni di sci o snowboard due ore al giorno, 1 lezione di perfezionamento, tessera sconti per esercizi convenzionati
    – Euro 395 per persona.

Cosa fare durante le vacanze sulla neve

Non è detto che chi scelga di trascorrere una settimana bianca lo faccia esclusivamente se ama sciare. In quasi tutte le località montane esistono talmente tante alternative ad un paio di sci, che sono capaci di soddisfare i gusti di ogni persona.
Piscine coperte, centri wellness, campi da tennis indoor, escursioni per conoscere il territorio oppure il relax più completo: abbronzarsi ai caldi raggi del sole di montagna sorseggiando un drink in attesa di fare shopping per il centro, pieno di negozi.
Per le famiglie con bambini nessun problema dal momento che tutte le località hanno kinderheim con personale qualificato dove far giocare i più piccoli.
Inutile sottolineare che la sera, locali, discoteche, pub e ritrovi sono ideali location per divertirsi e vivere la movida che va avanti fino a notte inoltrata.

Sci o Snowboard: cosa scegliere?

Se le settimane bianche erano un tempo contrassegnate dallo sci alpino, oggi un’altra attività sportiva che si effettua è quella dello snowboard.
Coloro che devono scegliere tra le due possibilità devono sapere che lo sci è uno sport tecnico e più difficoltoso da apprendere e da praticare, mentre iniziare a fare le prime evoluzioni sulla neve sopra una tavola da snowboard, risulta più facile da apprendere per chi si avvicina per la prima volta, tanto che sono sufficienti solo poche ore di corso per iniziare a divertirsi.
Imparare a sciare lo si deve fare insieme a dei maestri che incominciano ad illustrare i primi passi sugli sci: lo spazzaneve. Ovviamente presa la confidenza di scivolare sulla neve, si deve maturare imparando le varie tecniche per sciare in modo disinvolto.
Lo snowboard diventa divertimento puro dopo aver preso qualche ora di lezione ed essersi abituati a tenere le gambe unite sulla tavola. Un poco più impegnativo è apprendere a curvare e prendere lo skilift ma in un paio di giorni, ci si riesce.

Come scegliere l’abbigliamento da neve

Come si sceglie l’abbigliamento per affrontare una settimana bianca se non si possiede nulla? In questo caso, tutto è soggettivo ma anche allo stesso tempo oggettivo. Infatti se nella soggettività risiede l’elemento “gusto personale”, nell’oggettività si trova la motivazione del rispetto di un budget, senza mai andare però a discapito della qualita, indispensabile quando si tratta di acquistare dei capi di abbigliamento tecnico.
Nel corredo da neve non possono assolutamente mancare gli indispensabili doposci, comunemente noti anche come “Moon Boot”, che risultano fondamentali per non bagnarsi i piedi e per affrontare la neve in modo sicuro. Per l’abbigliamento, una buona tuta, o in alternativa un pratico set composto da giacca e pantaloni, ed un intimo termico adeguato (maglia termica primo strato, calzamaglia, calzettoni), sono indispensabili per le attività sulle piste, ma anche per svolgere attività ludiche sulla neve. In entrambe i casi, per evitare spiacevoli sorprese, è importante assicurarsi che tali indumenti garantiscano un buon grado di impermeabilità, di protezione dal freddo ed allo stesso tempo di traspirabilità. Più libertà nella scelta dell’abbigliamento, invece, per i momenti da dedicare allo shopping e per gli altri momenti della giornata.
Fondamentali anche un bun paio di guanti da neve o moffole e gli occhiali da sole, in quanto, sulla neve ed in alta quota, i riflessi dei raggi solari possono essere particolarmente fastidiosi nonchè dannosi per gli occhi.

Attrezzatura da sci e da snowboard: conviene acquistarla o noleggiarla?

Per una settimana bianca all’insegna dello sport, occorre prevedere anche di essere dotati di un’attrezzatura a seconda di quella che sarà la disciplina che si vuole intraprendere.
Se non si vogliono spendere soldi inutilmente e non si hanno particolari velleità, per le prime volte è preferibile scegliere di noleggiare l’attrezzatura in loco per la durata del soggiorno e investire piuttosto il budget risparmiato in un buon maestro che ci consentirà di accelerare l’apprendimento della disciplina. Nel caso si preveda di effettuare più uscite, invece, diventa sicuramente più vantaggioso acquistare l’attrezzatura. In tal caso si può fare un piccolo investimento iniziale e acquistare l’attrezzatura da snowboard o da sci evitando magari i modelli più performanti e le ultime novità della stagione. Non sempre però si ha la fortuna di trovare vicino casa negozi ben forniti e con prezzi convenienti e risulta più facile, nella maggior parte dei casi, acquistare online tutta l’attrezzatura di cui ha si ha bisogno su shop speciaizzati in sci, snowboard e montagna come ad esempio www.mancinistore.it , che oltre a sconti e vantaggiose offerte, mette a disposizione, anche per suoi clienti online, la consulenza di personale esperto nel settore per la guida alla scelta.

Vediamo cosa occorre nello specifico.

Attrezzatura da snowboard

La pratica dello snowboard si puà diversificare in tre tecniche che sono il Freestyle, il Freeride e l’All-mountain. In ogni caso l’attrezzatura occorrente si compone di: scarponi, attacchi, tavola, laccio per la tavola, casco, protezioni paracolpi, maschera. I principianti devono orientarsi su modelli di tavole all-mountain più morbide e facili da gestire e su scarponi con un indice di flex soft e medio con allacciature pratiche.

Attrezzatura da sci

Anche in questo caso ci sono delle diversificazione nelle tecniche come lo sci alpino e lo sci di fondo. In ogni caso l’attrezzatura occorrente si compone di: scarponi, sci completi di attacchi, racchette e maschera.

Che la vostra settimana bianca sia in Trentino sulle Dolomiti, oppure in Valle d’Aosta o che veda una località dell’Appennino in Abruzzo come Roccaraso essere meta del vostro soggiorno, siamo certi che al ritorno sarete così entusiasti di questa esperienza che vorrete ripeterla al più presto. Buon divertimento!